Una delle tappe della Discesa del Tevere porta la Carovana su un fiume diverso, il Nera. Qui il suo corso ha come sfondo Narni, le scoscese pendenze dei monti vicini e le rovine romane. Le gole del fiume regalano uno scenario davvero unico.

Il mio racconto parte dal Ponte di Augusto, sotto Narni (che i latini chiamavo Narnia) costruito nel 27 a.C. durante il restauro della Via Flaminia voluto proprio da Augusto. Solo un’arcata è ancora in piedi sulla sponda sinistra, le altre cominciarono a crollare da prima dell’anno Mille. Impossibile non sentire il respiro della Storia; guardando queste rovine in parte in piedi e in parte adagiate vicino al letto del Nera la sentirete passare davanti a voi.

Seguendo il flusso della corrente si arriverà poco dopo a Stifone e anche qui le tracce degli antichi romani vi accompagneranno lungo il cammino. Sulla riva sinistra riaffiorano i resti dell’antico cantiere navale.

Sui muretti ancora oggi visibili a pelo dell’acqua, provate ad immaginare decine di artigiani, pensateli intenti a realizzare imbarcazioni adatte al trasporto di grosse quantità di legname, che sarebbe stato utilizzato per costruire le barche più grandi, quelle destinate alle acque del Mediterraneo.

Se la storia e la vita romana che animava le sponde del Nera non hanno fatto già abbastanza per stupirvi, basterà allora guardare giù verso il fiume. Il blu delle sue acque è così intenso che non crederete ai vostri occhi: per lunghi tratti la trasparenza è tale da lasciarvi sbirciare il fondale delle Gole del Nera.

La natura impera in questo luogo, dove fino a solo 20 anni fa passava ancora il treno; della ferrovia, inaugurata qui nel 1866, rimangono poche tracce, che il verde ha inghiottito in poco tempo.

La Discesa passerà colorata e vivace sull’acqua e sul sentiero, con Narni e l’Abbazia di S. Cassiano che, altissime, sembreranno da qui inaccessibili.
Ma se siete con la Dit, scoprirete che nulla è irraggiungibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.